Vittorio Alfieri

Vittorio Alfieri nasce ad Asti da nobile famiglia il 16 gennaio del 1749.

Spirito inquieto, dopo alcuni anni dedicati ai viaggi e ad una vita da “giovin signore”, inizia un’intensa produzione poetica, trattatistica e drammaturgica.

Molto egli deve, in questa vera e propria svolta esistenziale ed intellettuale, a Luisa zu Stolberg, contessa d’Albany, conosciuta a Firenze nel 1777 e rimasta al fianco del poeta fino alla morte di questi, avvenuta nel 1803.

Alfieri è uno dei letterati italiani di maggior fama, collocato in un momento culturale e storico assai importante per la cultura europea, a cavallo tra illuminismo ed età romantica.

Di lui ricordiamo qui le tragedie (Agamennone, Maria Stuarda, La congiura de’ Pazzi, etc.) ed il trattato Della tirannide.