Notizie dal Liceo

Negli scorsi giorni, alcuni studenti del nostro liceo hanno partecipato alla quinta edizione di “Torino che legge” ( 8-15 Aprile 2019) , un progetto promosso dalla città di Torino e dal Forum del libro in collaborazione con il Miur, il centro UNESCO e #IoLeggoPerché (A.I.E.).

“Torino che legge” ha promosso, come ogni anno, la lettura di testi in numerose librerie, biblioteche, scuole, università e circoli torinesi .

Quest’anno il tema centrale dell’intero programma sono stati “i muri”, intesi sia in maniera materiale sia astratta.

Un tema molto attuale che ha permesso a tutti i partecipanti, sia bambini sia adulti, di cimentarsi in letture classiche e contemporanee, con lo scopo di riflettere e discutere sulle barriere, presenti nel nostro mondo e nella nostra società.

Il nostro liceo ha permesso a quattro studenti: Samuele Stefani (1B), Vittoria Mezzogori (1B), Matilda Saluzzi (1E) e Paola Ricciuti (1E) di partecipare a quest’interessante iniziativa.

Gli alunni hanno vissuto in prima persona l’esperienza; difatti, dopo aver riflettuto a lungo sul tema del “muro”, hanno selezionato quattro testi differenti, che hanno poi letto e discusso davanti a bambini e docenti della scuola secondaria di primo grado “Vittorino da Feltre”.

I testi esaminati sono stati:

  • WONDER (R.J Palacio), un romanzo che affronta il tema della paura che suscita il diverso è il tema del bullismo
  • IL BUIO OLTRE LA SIEPE (Harper Lee), un romanzo che è stato definito portavoce della battaglia al razzismo e ai pregiudizi presenti nell’Alabama degli anni 30
  • L’INCOLORE TAZAKI TSUKURU E I SUOI ANNI DI PELLEGRINAGGIO (Haruki Murakami), un romanzo che tratta l’incertezza, il tradimento e la solitudine
  • HARRY POTTER (J.K.Rowling), un noto romanzo che affronta l’antirazzismo e esamina come i pregiudizi fondati da sempre nella società ricadono sull’animo umano.

Infine, quest’esperienza è stata definita “formativa” dai ragazzi stessi, in quanto ha permesso loro di approcciarsi alla realtà scolastica attraverso la lettura critica di testi e di approfondire in maniera nuova tematiche vicine a loro.

Si ringraziano le professoresse Paola Chirico e Rossella Negro del liceo classico “Vittorio Alfieri” e la professoressa Donatella Grassi della scuola media statale “Vittorino da Feltre” per aver seguito e supportato i ragazzi durante questo progetto.

Questo sito web utilizza i cookie e richiede i tuoi dati personali per migliorare la tua esperienza di navigazione.